oggetti abbandonati in aeroporto

pupazzo smarrito?

E’ incredibile il numero di oggetti che ogni anno viene dimenticato dai viaggiatori in aeroporto, incredibile il numero: fino a 6000 oggetti, e incredibile il tipo di cose abbandonate. Dalle videocamere ai telefonini, computer e ipod ai giochi dei bambini, scivoli e pupazzi, orologi di marca mutandine di pizzo, passeggini e persino una sedia a rotelle. A volte oggetti ingombranti sono abbandonati di proposito perchè il costo di portarli con sè è troppo elevato, tra questi forme di parmigiano, batterie di pentole e un motorino smontato, di tutto insomma.

Ma come? Prima di partire stiamo lì tutti concentrati a controllare di aver preso tutto il necessario e poi abbandoniamo un po’ di tutto al gate, nei bagni o nelle aree comuni dell’aeroporto?

Se vi è successo di smarrire qualche oggetto a cui siete affezionati, sappiate che le cose ritrovate restano nell’ufficio dell’aeroporto ” Lost & Found” per 12 mesi, poi vengono messi all’asta. Potete chiamare e reclamare ciò che avete perduto.

Molti oggetti vengono abbandonati anche negli hotel, pensate che nel 2009 gli staff degli hotel ha riconsegnato 75.000 pupazzi ai loro proprietari!

Altro capitolo, ma non meno stupefacente, è quello che riguarda la merce sequestrata alla dogana. I varchi più severi sono quelli degli Stati Uniti. I numeri sono enormi, ogni giorno quasi un milione di stranieri passa la dogana americana e la polizia sequestra, ogni giorno: 6,5 tonnellate di stupefacenti, 300.000 dollari di valuta non dichiarata e 4300 tra piante e prodotti animali. Le leggi americane sono inflessibili sugli alimenti.

Libro Contraband

cover

Tra i cibi, cose insolite come le caramelle di carne e le lingue di anatra e prodotti di inimmaginabile utilizzo tipo il dentifricio indiano di sterco di mucca.

L’argomento è così pazzesco che una fotografa americana Taryn Simon ha raccolto in un libro le immagini di tutte le stranezze  ” Contraband“. Ha passato 5 giorni al JFK aeroporto di New York e ha fotografato tutti gli oggetti sequestrati. Una mostra delle sue fotografie sarà dal 22 settembre a Los Angeles e il 28 ottobre a Bruxelles. Mi ha davvero incuriosito, comprerò il suo libro.

(foto Giorgio Montersino)

.

About the author

Nuccia Faccenda

Personal Travel Assistant
Leggi il profilo

1 Comment

  • Si è tutto vero, ma quello che mi sorprende e che tra oggetti abbandonati e quelli trattenuti ai varchi della dogana non c’è nessuna differenza e pure quest’ultimi non vengono tenuti a disposizione dei reclamanti ma come dicono gli addetti gli oggetti a fine giornata vengono svuotati del cotenuto e buttati.
    In italia sappiamo che ai varchi operano guardie giurate, cioè privati , che non hanno la potestà del doganiere (Finanza- e Polizia di stato) di poter sequestrare i beni personali, ne’ poter pretendere un documento per l’dentificazione . Infatti loro difronte alla bottiglia di acqua o liquore o qualsiasi oggetto ritenuto dal regolamento Enac o altro gestore dell’aeroporto non redigono nessun documento fedefacente ma si limitano a intimarle di disfarsi del bene sia esso di valore che di uso corrente senza porsi il problema del danno che provocano al possessore. Ora io dico che quest’atteggiamento è illecito e irrispettuoso dei diritti e interessi dl cittadino che ha diritto a rientrarne in possesso entro un determinato periodo e se non reclamato va dato in beneficenza ad onlus e non buttato via come loro affermano .-

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.