E’ancora vivissima l’emozione mia e di Giorgio, all’ingresso del “Burj Al Arab” a Dubai, l’unico hotel a 7 stelle al mondo. Una visita a Dubai è già di per sè una visita sorprendente, in un luogo in cui tutto è possibile a dispetto delle condizioni del territorio e del clima.

I grattacieli si stagliano altissimi verso un cielo blu cobalto, sparpagliati per la città come un mazzo di shangai pronti ad essere districati, vicinissimi gli uni agli altri e uno più scintillante dell’altro.

Il traffico è intenso, le larghe vie sono percorse dai mezzi con i finestrini ben chiusi, Dubai non è una città da vivere all’esterno. La vita pullula nei centri commerciali, nei grattacieli, nei locali notturni, che proteggono con l’aria condizionata dal calore esterno.

E’ tutta una meraviglia e una sfida, dall’aeroporto alle aiuole verdissime delle ville e dei palazzi, verdi a dispetto del deserto tutto attorno. Io e Giorgio non potevamo perderci un pranzo al ristorante del Burj al Arab, quello con l’acquario e la moquette così morbida che è quasi difficile camminarci su con i tacchi.

Shopping e divertimento, e perchè non fare una sciatina  sulla neve di Dubai? Tutto è possibile..

About the author

Nuccia Faccenda

Personal Travel Assistant
Leggi il profilo

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.